Il punto della situazione

facciamoilpunto

Bene…oggi è lunedì,è una splendida giornata di sole e nonostante i sogni tormentati,a causa di problemi,molto concreti che ho e  di cui ovviamente non parlo sul blog, voglio cercare di cominciare questa settimana con stile.

Grande o piccolo non importa.Certamente con stile.

E visto che il bue non dovrebbe dare del cornuto all’asino,prendo atto di tutta una serie di circostanze,momentaneamente le accantono,smetto anche di tirare i sassolini e mi concentro su me stessa.

La verità è che mi sembra tutto molto difficile.

I problemi ci possono investire da un momento all’altro,senza avvisare,ma è la vita…così per tutti quanti.

Quindi ho bisogno di rafforzarmi.

Lo dico chiaramente.Ho da pochi giorni affrontato una separazione dolorosa.

Anche se sono cose che già sappiamo,rimandate,ma inevitabili,in fondo in fondo scelte,sono comunque difficili.

Benchè sia  innamorata di qualcun altro,penso sia evidente dai miei post,il mondo intorno a me non cambia.

Anche perchè non sono ricambiata e altre varie su cui non mi dilungo.

Quindi non mi resta che rideterminarmi.Essere grata di quello che ho.

Essere consapevole che quello che non ho ottenuto,di fatto so benissimo,che non era buono per la mia vita,tirare una riga e andare avanti.

Con piu’ naturalezza possibile.

Quindi,e probabilmente l’ho fatto altre volte,cerco di voltare pagina,spero che l’universo mi aiuti e che qualunque cosa negativa,possa accadermi,abbia la forza di trasformarla in sfida.In strumento di crescita.

Detto questo,vado a proseguire la mia giornata e che sia buona,anche per tutti Voi!

Annunci

3 pensieri su “Il punto della situazione

  1. Non sempre è facile girare pagina, troppe cose ci legano a ciò che si è lasciato, ma però prima o poi bisogna prendere una decisione, trovare la forza di voltare quella pagina definitivamente e cercare di affrontare una nuova vita, principalmente basata su noi stessi e poi rivolta agli altri.
    Buona serata e buone prossime giornate. Pat

    • Sono rimasta sola e in verità mi rendo conto che sto bene.Posso concentrarmi su me stessa e prendermi cura del mio disordinato giardino interiore…non è mai troppo tardi.
      Sorrisi 🙂

  2. Metabolizzare quella riga rossa è dura. Si modifica la realtà, si fanno i conti con un nuovo equilibrio, cambiano le priorità e le opzioni. E ci si sente maledettamente soli, vuoti e al buio.
    Ho tirato quella riga rossa anch’io. Nonostante la consapevolezza, la scelta determinata, il rigore della mia posizione, la sofferenza indicibile non mi ha certo risparmiata, non sono stata esonerata nel cammino verso la depressione che ho dovuto affrontare in silenzio, con tanta disperazione e solitudine perchè non volevo che gli altri comprendessero la mia deriva.
    E’ un percorso difficile Rebecca il post-separazione perchè c’è il crollo di troppe aspettative a cominciare dai progetti. A volte crolla anche la speranza o la voglia di rimettersi in carreggiata o come dicono tanti “in gioco”.
    Ti auguro che le pagine della tua vita si riempiano presto di nuovi colori, i più luminosi. Spero questo anche per me che sempre più spesso mi sento un clown dimenticato dal suo circo sotto il viadotto dell’autostrada.
    Non perdiamo mai di vista quel puntino laggiù, in fondo all’orizzonte. Lo vedi?
    Un forte abbraccio 🙂
    Affy

Se ti piace scrivimelo,oppure lascia un pensiero...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...